• slide1
  • slide2
  • slide3
  • slide4
  • MAI PIU' SOLI

    "La paura bussò alla porta, il coraggio aprì, non c'era nessuno. Era il coraggio di un intero popolo.Mai più sole le vittime del racket"

  • NOI DENUNCIAMO

    "Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l'essenza della dignità umana."

  • STOP AL PIZZO.

    "Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità"

  • DENUNCIA...TI CONVIENE

    "La paura e' l'origine di tutti i nostri mali, dunque non abbiate paura."

“Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell'esaltazione dei valori della famiglia, del bene, dell'amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il suo dovere.”

Associazione AntiracketFederazione delle Associazione Antiracket e Antiusura Italiane

mai piu soliLa FAI, fondata a Capo d'Orlando da Tano Grasso 25 anni fa, riunisce circa cento associazioni antiracket ed antiusura...

Leggi tutto...

Attività dell'Antiracket ascolto, assistenza e consulenza

testimonianzeStorie di donne, di associazionismo, di imprenditori, di troppi silenzi e solitudini che lasciano cicatrici profonde in un tessuto sociale che può e deve essere recuperato.

Leggi tutto...

Mai Più Solidove siamo

maniNoi come Associazione diamo la possibilità alle vittime di non essere sole, di avere assistenza ed il sostegno di altri imprenditori che hanno subito prima di loro un’estorsione...

Leggi tutto...

Ultime Notizie

  • Costituzione parte civile per processo di usura ed estorsione ai danni di un imprenditore barese
    Costituzione parte civile per processo di usura ed estorsione ai danni di un imprenditore barese   Costituzione parte civile per processo di usura ed estorsione ai danni di un imprenditore barese   In data 3 gennaio si è tenuta davanti alla Seconda Sezione Collegiale del Tribunale di Bari, l’udienza preliminare nell’ambito del processo che vede tra i principali capi di imputazione i reati di usura ed estorsione ai danni di un imprenditore edile barese. Nel corso dell’udienza è stata accolta la richiesta di costituzione di parte civile della Fai – Antiracket Molfetta, Associazione Regionale, rappresentata dall’avvocato Luca Gagliardi. Secondo i fatti, la vittima trovandosi in difficoltà, avrebbe ricevuto dall’imputato una somma pari a 7.000 euro su cui l’aguzzino avrebbe applicato un tasso d’interesse effettivo del 121,67% di carattere usurario, oltre ad estorcere lavori edili per un valore complessivo fortemente al di sopra della cifra ricevuta in prestito. All’usura e all’estorsione si aggiungono anche le minacce che la vittima ha dovuto subire, non solo di carattere verbale, ma altresì aggressioni fisiche, riportando lesioni e traumi al volto. Fortunatamente per la vittima, l’incubo in cui era precipitato è stato interrotto solo grazie alla denuncia dell’usuraio che è stato poi tratto in arresto. Un risultato cui si è giunti solo con un atto coraggioso e il sostegno professionale della…
    Scritto Venerdì, 13 Gennaio 2017 21:58 in News Letto 14 volte
  • Taranto, provincia: sei arresti, operazione all’alba
    L’operazione si è incentrata in particolare nella provincia di Taranto, per iniziativa della procura tarantina (inchiesta poi confluita in quella della procura di Brindisi). A Grottaglie, secondo l’accusa, una delle centrali dell’organizzazione. C’è una propaggine nel brindisino, a Villa Castelli. Sei arrestati complessivamente, nell’operazione dall’alba. Accuse, fra le altre, per associazione a delinquere: estorsioni, rapine, assalti a sportelli bancomat per finanziare l’acquisto ai fini del traffico di droga. Sgominata, secondo gli inquirenti, una banda che aveva seminato il panico nel territorio. Le vicende criminali contestate risalgono al 2014 e all’anno successivo. Non è escluso che fra gli arrestati ci sia qualcuno coinvolto in danneggiamenti a tendoni agricoli. Aggiornamenti nelle prossime ore.
    Scritto Lunedì, 02 Gennaio 2017 10:03 in News Letto 20 volte

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione