• slide1
  • slide2
  • slide3
  • slide4
  • MAI PIU' SOLI

    "La paura bussò alla porta, il coraggio aprì, non c'era nessuno. Era il coraggio di un intero popolo.Mai più sole le vittime del racket"

  • NOI DENUNCIAMO

    "Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l'essenza della dignità umana."

  • STOP AL PIZZO.

    "Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità"

  • DENUNCIA...TI CONVIENE

    "La paura e' l'origine di tutti i nostri mali, dunque non abbiate paura."

“Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell'esaltazione dei valori della famiglia, del bene, dell'amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il suo dovere.”

Associazione AntiracketFederazione delle Associazione Antiracket e Antiusura Italiane

mai piu soliLa FAI, fondata a Capo d'Orlando da Tano Grasso 25 anni fa, riunisce circa cento associazioni antiracket ed antiusura...

Leggi tutto...

Attività dell'Antiracket ascolto, assistenza e consulenza

testimonianzeStorie di donne, di associazionismo, di imprenditori, di troppi silenzi e solitudini che lasciano cicatrici profonde in un tessuto sociale che può e deve essere recuperato.

Leggi tutto...

Mai Più Solidove siamo

maniNoi come Associazione diamo la possibilità alle vittime di non essere sole, di avere assistenza ed il sostegno di altri imprenditori che hanno subito prima di loro un’estorsione...

Leggi tutto...

Ultime Notizie

  • FAInotizie | Comunicato del Consiglio Direttivo del 21 luglio 2016
    l Consiglio Direttivo della FAI, riunito nella sede nazionale di Napoli giovedì 21 luglio 2016, ha adottato le seguenti deliberazioni.- Preso atto delle dimissioni di Rosario D’Angelo dalla carica di Vicepresidente della Federazione il Direttivo ha proceduto alla sua sostituzione. Dopo un’opportuna consultazione e conseguente discussione è emersa l’idea di rappresentare nell’Ufficio di Presidenza le regioni in cui la FAI è maggiormente presente. Partendo da tale condivisa convinzione il Direttivo ha deliberato unanimemente di nominare nell’Ufficio di Presidenza Mauro Magnano per la Sicilia, Luigi Ferrucci per la Campania e Renato De Scisciolo per la Puglia. Con tali nomine l’Ufficio di Presidenza sarà, quindi, strutturato in modo tale da poter meglio funzionare con rapide convocazioni e assumere decisioni nelle quali tutti possano sentirsi rappresentati. Tra l’altro, tale modello organizzativo, non in contrasto con le norme statutarie, è già stato sperimentato in passato rispondendo alle esigenze di una più efficace e rapida capacità organizzativa. - Si è deliberato, inoltre, di costituire i Coordinamenti regionali e di adottare uno statuto-tipo nel quale è indicata la durata del mandato di Coordinatore a massimo tre anni.- Si è deliberato di costituire i Coordinamenti provinciali nelle realtà dove insistono almeno quattro associazioni antiracket. Per favorirne la funzionalità tali…
    Scritto Lunedì, 22 Agosto 2016 10:39 in News Letto 11 volte
  • Imprenditori Foggia asserviti a mafia
    Imprenditori Foggia asserviti a mafia - Finanzieri dello Scico e del Nucleo di Polizia tributaria di Bari, insieme ad agenti della Squadra mobile di Foggia, hanno eseguito un decreto che dispone l'amministrazione giudiziaria, per sei mesi, di tre società foggiane: La Cereal Sud srl, La nuova Capitanata società cooperativa e Fratelli Curcelli srl su disposizione del Tribunale di Foggia che ha accolto una richiesta della Dda di Bari. Le aziende sono riconducibili ai fratelli Biagio e Franco Curcelli "completamente soggiogati - è detto in una nota dell'Antimafia - dalla forza di intimidazione dei clan Sinesi-Francavilla e Moretti-Pellegrino, ai quali non solo versano periodicamente tangenti ma anche assicurano l'assunzione di personale su loro indicazione". Le imprese sono attive nel settore della logistica e delle pulizie e annoverano tra i clienti anche la Barilla.    I giudici foggiani hanno inoltre disposto il sequestro dei relativi compendi aziendali per un valore complessivo stimato di circa 30 milioni di euro.
    Scritto Giovedì, 09 Giugno 2016 09:58 in News Letto 95 volte

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione