Mafia, operazione contro clan attivi a Bari: 104 arresti

  • Pubblicato in News

In una maxi operazione antimafia contro la criminalità organizzata pugliese, denominataPandora", i carabinieri del Ros (Raggruppamento operativo speciale) stanno eseguendo, a Bari e in altre località italiane, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 104 presunti affiliati ai clan Mercante-Diomede e Capriati. Le accuse riguardano il 416 bis e una serie di reati che vanno da 3 tentati omicidi a rapine, furti, usura, estorsioni e traffico di stupefacenti.

L'inchiesta

Gli arresti sono il risultato di un'indagine coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Bari, che ha ricostruito gli assetti organizzativi, le attività criminali e la capacità d'infiltrazione dei clan nel tessuto economico e sociale della città pugliese e della sua provincia. Dall'inchiesta sarebbero emersi lo svolgimento di rituali di affiliazione, la disponibilità di armi, anche da guerra, e rapporti con esponenti della società foggiana e della Sacra Corona Unita di Lecce. "A Bari si fanno ancora le affiliazioni con i riti classici e i santini che neppure nella magia foggiana fanno più - ha detto il Procuratore di Bari Giuseppe Volpe - la Direzione distrettuale antimafia è viva più che mai e colpisce ancora le organizzazioni criminali. Gli strumenti investigativi sono stati le intercettazioni delle corrispondenze in uscita dal carcere fino a quando è stato concesso dalle norme, le intercettazioni ambientali e telefoniche e le dichiarazioni acquisite e riscontrate dei collaboratori di giustizia".

Leggi tutto...

Molfetta, espulso il socio indagato nell'operazione condotta dai Carabinieri di Bari

  • Pubblicato in News

La FAI Antiracket Puglia è venuta a conoscenza dell’operazione condotta dal Nucleo Ros dei Carabinieri di Bari nei confronti di 104 presunti affiliati ai clan Mercante-Diomede e Capriati e scaturita dall'indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari.

Il direttivo ha appreso altresì dalla stampa e dalle Forze dell’Ordine del coinvolgimento nell'operazione di un proprio socio e membro dello stesso consiglio direttivo.

Il presidente Renato de Scisciolo, a nome dell’intero Consiglio Direttivo, rivolge un plauso alle Forze dell’Ordine e alla Magistratura, ma allo stesso tempo non è indifferente a ciò che è accaduto al proprio socio.

Alla luce di quanto appreso e nel pieno rispetto dei regolamenti in vigore all'interno della FAI, il Direttivo, convocato in assemblea urgente e straordinaria, ha provveduto a sospendere da qualsiasi incarico il socio e altresì alla sua espulsione dall'associazione, secondo quanto previsto dal regolamento che tutti coloro che entrano a far parte della stessa associazione accettano e sottoscrivono.

“Auspichiamo e chiediamo fortemente che si faccia chiarezza sulla vicenda” conferma de Scisciolo. Il direttivo è inoltre in attesa di conoscere le motivazioni alla base dell’arresto e si stringe unitamente affinché tale episodio non getti macchia sull'associazione e il proprio operato.

Leggi tutto...

Vieste, riunito il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica

  • Pubblicato in News

Oggi, giovedì 3 maggio alle 17, per rimarcare la vicinanza delle istituzioni alla nostra comunità, si riunirà a Vieste, presso la sala consigliare, il Comitato Provinciale per l’ordine e sicurezza  pubblica.
Saranno presenti oltre al Sindaco di Vieste e tutti i rappresentanti delle Istituzioni locali, Tano Grasso in rappresentanza della FAI, l’eccellentissimo sig. Prefetto di Foggia, il Questore di Foggia, il Comandante provinciale dei Carabinieri ed il Comandante provinciale della Guardia di Finanza. Alla seduta del comitato seguirà la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa per il potenziamento della video sorveglianza sul nostro territorio.

"Sindaco e Prefetto sottoscriveranno il Patto per l’attuazione della sicurezza urbana, predisposto dal Ministero dell’Interno ed approvato dall’Amministrazione comunale con una delibera di Giunta del 27 aprile scorso che consentirà di accedere ai finanziamenti disponibili per l’installazione di sistemi di videosorveglianza in zone sensibili della città, quale misura, tra le altre, della strategia di contrasto al crimine organizzato e di rafforzamento della sicurezza cittadina”. E’ quanto comunicato ieri dal sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti" si legge sulla testata 'Stato Quotidiano'

"Gli arresti e i sequestri di armi e stupefacenti operati negli ultimi mesi hanno provocato degli autentici terremoti negli schieramenti contrapposti. In particolare, gli investigatori sono convinti di aver impedito, proprio con il recupero delle due pistole pronte a sparare, un ennesimo fatto di sangue" si legge sulla testata online 'Foggia Today'

Leggi tutto...

"Venerdì dell'antiracket", a Mesagne la presentazione di tre libri sul tema delle mafie: si parte il 13 aprile

  • Pubblicato in News

Si parte il 13 aprile con la presentazione del libro di Giovanni Bianconi "L'Assedio" (Einaudi editore). Oltre all'autore saranno presenti: Tano Grasso, Presidente nazionale della FAI; Fabio Marini, presidente associazione FAI antiracket di Mesagne; Cosimo Faggiano, presidente associazione G. Di Vittorio; Pompeo Molfetta, Sindaco di Mesagne; il magistrato Andrea Apollonio.

Gli altri appuntamenti sono il 20 aprile con la presentazione del libro di Lirio Abbate "La lista. Il ricatto alla Repubblica di Massimo Carminati" (Rizzoli editore) a cui partecipa anche l'autore. Si chiude il 27 aprile con la presentazione del libro di Gianni Bianco e Giuseppe Gatti "Alle Mafie diciamo noi" (Città Nuova editore) a cui partecipano anche gli autori.

Le iniziative si tengono nell'auditorium dell'associazione "Giuseppe Di Vittorio" sito in via Castello a Mesagne. L'appuntamento è sempre alle 18:30.

Leggi tutto...