Anche la FAI accoglie l'appello di Libera Foggia e di don Luigi Ciotti

Dopo i violenti fatti criminosi che hanno interessato la città  di Foggia, creando un vero e proprio stato di emergenza criminalità, anche la Federazione Antiracket Italiana partecipa alla giornata di mobilitazione prevista per il prossimo 10 gennaio.
Alla iniziativa promossa ed organizzata  da Libera che vedrà la presenza di Don Luigi Ciotti, prenderanno  parte, insieme ai soci delle associazioni pugliesi, anche il vice presidente nazionale della FAI Renato de  Scisciolo, il presidente della FAI di Vieste Nicola Rosiello e il presidente della FAI di Barletta Giovanni Sciancalepore. 
Alle ore 16 le autorità  istituzionali, unitamente con le associazioni antimafia, risponderanno con la loro presenza ai fatti criminosi che hanno caratterizzato l'inizio di questo anno.
L'auspicio è che alle associazioni presenti si possano unire tanti cittadini e giovani  impegnati in prima linea nel contrasto  a questi fenomeni delinquenziali e violenti. L' invito quindi è  rivolto a tutta la società  civile perché  solo uniti si vince.

Torna in alto